• Terra di confine, ricca di storia, rocche e castelli
  • Natura incontaminata, escursioni in montagna, laghi di altura
  • Prodotti tipici e cucina tradizionale per un soggiorno rilassante
Tematiche
My Web

Comune gemellato con Czosn˛w


Web Site Visits
 Lunedý 27/3/2017
 Visite: 316815
 Oggi: 61

Il Cicolano dei briganti al muro

La fucilazione di Oricola (primi di Giugno 1866)

I Briganti, Aurelio e Antonio Ricciardi, Giuseppe Napoleone, Giacomo Saporetti, Giuseppe Antonini, Fiore e Biagio Sallusti, Domenicantonio Orfei, Luigi De Sanctis e Gaetano Di Sabantonio, giunti a sera in un'osteria di Oricola si ubriacarono. Appena entrati di qualche km in territorio pontificio, in localitÓ "I Torrazzi di Arsoli", si sdraiarono a terra per dormire. Il Saporetti cerc˛ di convincere Ricciardi e gli altri che era pi¨ sicuro andare oltre, ma offuscati dal vino, non vollero ascoltare il saggio consiglio. Il Saporetti and˛ via seguito soltanto dall'Orfei e da Fiore Sallusti. Verso mezzanotte la guardia nazionale di Oricola e una compagnia di bersaglieri, li cattur˛ mentre dormivano, e, condotti ad Oricola quella stessa mattina del 2 Novembre, vennero fucilati tutti e sette.

Autore: Donatello Fracassi - (Villalba di Guidonia)

Pubblicata il 31/08/2006 alle ore 13:56