• Terra di confine, ricca di storia, rocche e castelli
  • Natura incontaminata, escursioni in montagna, laghi di altura
  • Prodotti tipici e cucina tradizionale per un soggiorno rilassante

Tematiche
My Web

Comune gemellato con Czosnòw


Web Site Visits
 Lunedì 11/12/2017
 Visite: 353451
 Oggi: 175

Il Cicolano dei briganti al muro

Il sequestro di Rascino (16 Agosto 1862)

Il 16 Agosto 1862 la banda del Colaiuta si univa con quella di Fiore Sallusti sui monti di Fiamignano e sequestrava Fiorenzo Maoli di Mareri, il quale si era recato nella propria masseria nell'altopiano di Rascino.
Il Maoli fu trattenuto dai briganti per tre giorni e venne liberato dopo che i familiari consegnarono 5.000 £ e due pistole richieste per il riscatto. Lo stesso giorno tentarono il sequestro di Giacinto Martelli di Fiamignano e di Antonio Mozzetti di Mareri i quali si trovavano nelle rispettive masserie sulla montagna di Rascino.
I due riuscirono a fuggire a cavallo e vennero inseguiti per un lungo tratto dai briganti.

Autore: Lorenzo Lucci - (Sulmona)

Pubblicata il 31/08/2006 alle ore 13:46